I vantaggi di una stufa a pellet risiedono principalmente nella comodità d’uso. Essa funziona infatti con accensione automatica e comandata, basterà riempire il serbatoio di pellet e premere un pulsante. Il pellet si acquista in sacchi e in base alla sua qualità può variare la resa in termini di calore e velocità di combustione, ma in linea di massima una ricarica di serbatoio basta per un paio di giorni se la stufa rimane accesa durante le ore diurne e qualche ora la sera. Rispetto alla legna il pellet è un materiale comodissimo da utilizzare, inoltre è perfettamente essiccato, non richiede accensioni complicate, e una volta partito il fuoco non c’è bisogno di controllarlo o riattizzarlo. La manutenzione di queste stufe non è particolarmente complessa, perché non si formano cenere o braci (i pochi residui che rimangono vanno aspirati una volta alla settimana circa).

Dal punto di vista estetico è simile ad una normale stufa a legna, realizzata con conduttori in acciaio inox o ghisa, rivestita di materiali vari (pietra, metalli, ceramica, vetro) e con un design che negli anni è diventato sempre più affine allo stile contemporaneo. In aggiunta alle stufe si possono installare caldaie che permettono di collegarsi all’impianto di riscaldamento di casa. La combustione crea anidride carbonica e fumi che vengono espulsi grazie ad una ventola per il tiraggio che li espelle tramite la canna fumaria o il collegamento con l’esterno (che può anche combaciare con una parete perimetrale perché essendo un movimento meccanico non necessita del tiraggio verticale).

La stufa a legna può essere considerata l’evoluzione del caminetto per riscaldare le abitazioni. Le stufe a legna moderne hanno una valvola d’ingresso per l’aria, che regola la combustione rallentando o aumentando la fiamma e trasformandola in energia e calore ambientale. Le stufe a legna sono costituite da:

• una camera di combustione chiusa per garantire efficienza e sicurezza;
• un sistema di ventilazione per regolare l’aria e controllare la combustione;
• una canna fumaria o un camino atta a garantire un corretto tiraggio dei fumi di combustione;

Le stufe a legna commercializzate oggigiorno presentano forme, dimensioni e rivestimenti di elevate prestazioni termiche, come la ghisa e il mattone refrattario, riuscendo a accumulare il calore e sprigionarlo gradualmente nel locale in cui sono collocate. Questo procedimento permette di risparmiare sull'utilizzo del combustibile ed avere un'autonomia maggiore di calore nella propria casa. I principali vantaggi sono:

I principali vantaggi sono:

• con una stufa a legna non rischierete mai di rimanere senza riscaldamento, in quanto non necessita di corrente elettrica per il funzionamento, come nel caso della stufa a pellet;
• le stufe a legna, della tecnologia odierna, sono dotate di un sistema a doppia combustione che riducono la produzione di emissioni di gas e fumi nel'ambiente;
• nella stufa a legna è possibile anche cucinare sfruttando la brace della combustione per il riscaldamento, con la sensibile riduzione dei consumi e regalando ai vostri cibi il gusto della cottura a fuoco di una volta;
• le stufe a legna sul mercato sono disponibili anche in piccole dimensioni e possono essere installate in un angolo della vostra casa, diventando ideali anche per piccole abitazioni;

* Consumo medio annuo per una casa di 135 m2